Day 1 – In viaggio (seconda parte) – Totally paranoid and not even slightly android

Standard

h 20.45  Inizio a prepararmi per la notte, e mi siedo sulle poltrone imbottite di fronte a due ragazze americane. Inizio a sentirmi un pochino a casa, dopo un intero pomeriggio passato qua dentro: finalmente qualcuno che parla inglese. Due ragazzi con la pelle scura, non neri ma probabilmente marocchini, stanno prendendo foto del piano sottostante dell’areoporto, dove ci sono gli arrivi. Mi unisco al gruppo: l’areoporto e’ affollato, colorato, le luci di mille neon rimbalzano sulla superficie del pavimento lucidato facendo sembrare il tutto un gigantesco formicaio psichedelico. Non serve essere Paolo Dordi per capire che la luce e’ quella delle belle fotografie. Ne scatto una decina, poi mi siedo. Piu’ o meno nel momento in cui la stoffa dei miei jeans tocca la finta pelle della poltrona arrivano due poliziotti con il mitra spianato. Hanno piu’ o meno la mia eta’. E, ripeto, il mitra spianato. IL MITRA SPIANATO. E’ la prima volta che vedo dal vivo un’arma del genere. Fa’ davvero impressione, non riesco ad immaginarmi il rumore che deve uscirne se usata. Come fa davvero impressione la loro gentilezza perfettamente british, mentre spiegano CON IL MITRA SPIANATO ai due ragazzi che e’ vietato scattare foto dell’areoporto. For your own security. Ah, certo. Le due ragazze americane li guardano allibite, e questo mi rincuora. Le guardie pretendono di guardare tutte le foto scattate dai due ragazzi, controllano i loro biglietti aerei, prendono i loro dati. Si scopre che sono bulgari. Le ragazze americane ridono cosi’ forte che a un certo punto una delle due guardie, la piu giovane, si gira e ne chiede il motivo cercando di non sembrare stizzito. Le ragazze si scusano e ammettono candidamente di ridere perche’ non riescono a capire come mai sia vietato scattare foto in o di un areoporto. Il ragazzo inglese CON IL MITRA SPIANATO risponde: “because there are nasty people who want to do nasty thing”. Mi sembra una spiegazione un po’ semplicistica perfino per un orecchio americano, ma preferisco non mettere becco. Comunque, siccome stacca tra due ore e il fascino della divisa e IL MITRA SPIANATO danno indubbiamente coraggio ad un uomo, propone alle fanciulle bionde che siccome stacca tra due ore potrebbero andare a bere qualcosa.  Questa scena, indubbiamente, varra’ la nottata in areoporto.

E in tutto questo, a me per le foto non hanno detto un cazzo. Ancora una volta, grazie alla mamma e al papi per la pelle chiara e l’aria passabilmente crucca.

(i due ragazzi bulgari mi stanno guardando malissimo. In effetti, se questo fosse un film, la nasty terrorista non potrei che essere io a questo punto)

(oh, e mentre scrivo la filodiffusione manda i Cure. Ah, com’e’ lontana l’Italia)

Annunci

Informazioni su neshuma

Young night bird of the third millennium, pissed off, scarcely cultured, heavy drinker, sensitive to the many world infamies, in love with rats and pigeons, dreamer of any social justice, music freak, voracious of any piece of film, editor virtuosa, writer, marketing tyro, journalist, failed English teacher, failed actress, historian in the spare time…

»

  1. io ho appena finito di preparare lo zaino. 12 chili tutto compreso, con gli scarponi e la borraccia piena. Dovrò camminare per 400 chilometri con qualcosa che pesa un quarto di me, ma almeno posso fare tutte le fotografie che voglio (benché i miei genitori abbiano avuto la scarsa accortezza di farmi scuretto, dall’aria vagamente magrebina), e lo status di pellegrino dovrebbe difendermi dai mitra spianati.

    Ci si risente a settembre

  2. Martaaaaa!!! E’ sempre bello leggerti…ma ora ti chiamo per altro. Ho provato a chiamarti sul cell – ne sarebbe valsa la pena – tuttavia non mi dava segni di vita.
    Spero tu legga questo mio messaggio, perchè….ABBIAMO VINTOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!! Son troppo felice!! Ancora non ci credo!

    Ci sentiamo prestissimo!
    Un mega-abbraccio!

    Matte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...