Diario Aquilano – day 2 – Chiodi

Standard

Il campo è in subbuglio: a fine Luglio, durante una manifestazione di protesta davanti alla sede della Regione, qualcuno ha strappato la promessa a Chiodi, il Presidente della Regione del PdL, di un incontro cittadino per discutere del piano C.A.S.E. e del futuro della città.

Piccoli cenni storici: il piano C.A.S.E. prevede la costruzione di 3000 nuovi appartamenti antisismici ed ecologici su vari terreni espropriati intorno all’Aquila. Invece di prendere roulotte e case mobili, ficcarci dentro la gente e poi pianificare con calma la ricostruzione, il governo ha pensato bene di chiamare Fintecna e imprenditori famosi per aver fatto affari con Ciancimino per costruire veri e propri palazzi semipermanenti, cioè temporanei per 30 anni.

Il giornale locale “Il Centro” afferma che il 68% degli aquilani sono d’accordo con il piano C.A.S.E., e certo un appartamentino in un palazzaccio antisismico è pur sempre meglio di una tenda. Il problema è che mentre i cantieri sono partiti alla velocità della luce, con migliaia di operai arrivati per lavorarci, la ristrutturazione delle case salvabili non è mai partita, nemmeno a livello burocratico, sulla carta. E la gente è in tenda da 4 mesi e ci resterà per lo meno un altro mese: la permanenza in tenda più lunga nella storia dei terremoti italiani.    

Comunque, Chiodi ha accettato un incontro con i comitati cittadini per il 10 Agosto, al campo 3e32. Il quale comitato 3e32 non è entusiasta: non hanno avuto la possibilità di fare un’assemblea con gli altri comitati per discutere come organizzare l’incontro, non possono parlare a nome degli altri, e soprattutto non vogliono fare la figura di quelli che pasteggiano a birra e pizza con un Presidente della Regione che, al di là dell’appartenenza politica (o forse proprio per questo), non ha finora detto beh sull’operato del governo, salvo un timido belato riguardo alla restituzione delle tasse

(altro piccolo cenno storico: dal 2010 la popolazione avrebbe dovuto restituire al 100% le tasse non pagate da Aprile. Su una casa, un lavoro, un negozio che non c’è più. Anche qui, prima votla nella storia dei disastri italiani: finora le tasse sono state restituite una decina d’anni dopo e solo al 60% massimo). Uso il termine “pasteggiare” non a caso: Chiodi ha proprio proposto di portare personalmente pizza per tutti, sedersi in trasparenza attorno a un tavolo informale e assolutamente non una telecamera accesa o si alza e se ne va.

Viste queste premesse, nei giorni precedenti al nostro arrivo il 3e32 ha cercato di rimandare l’appuntamento in tutti i modi, ma senza riuscire a contattare la segreteria. Finchè nel pomeriggio la segreteria stessa non chiama per confermare l’incontro. Alla fine, dopo un’estenuante trattativa e migliaia di chiamate agli altri comitati cittadini, ottengono che le telecamere siano accese e che più o meno tutti partecipino all’assemblea.

 

Il presidente Chiodi e la mano della Provvidenza Il presidente Chiodi e la mano della Provvidenza

E Chiodi arriva puntuale a ora di cena, con pizza per 40. E’ bello (se vi piacciono i Ken in doppiopetto anche alle 11 di sera), simpatico e sa parlare molto bene. Obbiettivamente, la storia di quelli di sinistra tristi e senza carisma diventa verissima qui all’Aquila. Annuncia di essere contrario alla ricostruzione delle seconde, terze e quarte case perché sono “speculazioni capitaliste e non diritti” (“vi ho scavalcato tutti a sinistra” commenta poi garrulo), che il piano CASE era il migliore tra quelli possibili, che per le casette mobili provvisorie non c’era spazio. Soprattutto, è preparatissimo: cita leggi, ordinanze, commi, regolamenti, che per confutarlo servirebbe una preparazione di mesi e mesi.

Dice che L’Aquila ha vissuto una cosa spaventosa e che ci sarà da soffrire tantissimo, al di là di tutto, e che però bisogna essere ottimisti.

Io seguo e non seguo, ammetto che un po’ mi distraggo a chattare mentre provo a fare una cronaca in diretta su Twitter di quello che sta succedendo. Chiodi invece regge agli attacchi e agli sfoghi della gente per 4 ore. Una sola grossa caduta di stile: quando Mattia Lolli gli chiede conto del comportamento del governo nazionale sull’atteggiamento di totale chiusura nei confronti dei comitati e sul perché i lavori di ristrutturazione delle case salvabili non siano ancora minimamente cominciati, Chiodi gli risponde che lui è il figlio del deputato Giovanni Lolli del PD ed è per questo che è così duro.  Per il resto, ricorda a chi ha paura che con le C.A.S.E. la città diventi un dormitorio che è stato requisito il 40% in più del territorio necessario proprio per poter costruire nuovi negozi, nuovi centri di aggregazione, nuove Chiese…..poi si corregge immediatamente: “ma Chiese anche no!!!”

Troppo simpatico. Scavalca a sinistra davvero tutti.

Una sola cosa a me proporio non torna: gli operai che sono arrivati nei cantieri per costruire le C.A.S.E sono ospiti di casette mobili. E allora com’è possibile che ci sia spazio sia per le case provvisorie che per i cantieri ma non per le case provvisorie e basta in attesa di una ricostruzione ben pianificata e senza speculazioni?

Annunci

Informazioni su neshuma

Young night bird of the third millennium, pissed off, scarcely cultured, heavy drinker, sensitive to the many world infamies, in love with rats and pigeons, dreamer of any social justice, music freak, voracious of any piece of film, editor virtuosa, writer, marketing tyro, journalist, failed English teacher, failed actress, historian in the spare time…

»

  1. Federica Bertolino:
    così ti sei distratta a chattare mentre Ken in doppiopetto elencava leggi, commi, ordinazne e regolamenti… ma brava!!! io invece seguivo la cronaca su Twitter creato per l’occasione ;)…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...